Ibrido e omnicanalità

L’Ibrido mi affascina.

Mi ha sempre interessato il graduale avvicinamento (in alcuni casi sfociato nell’avvicendamento) tra mondi, filosofie, o tecnologie diverse. L’ auto di questi tempi, ad esempio. O l’editoria.

Leggo in questi giorni, da più parti (mi vengono in mente i recentissimi report di Reply o Lutech) che per i settori retail e food&beverage l’accelerazione verso il digitale – nel 2020 – è stata molto forte. Ma non solo, che rappresenterà il trend per tutto il 2021.

Vendite ma anche logistica e relazione con il cliente migreranno pian piano dal reale al virtuale.

Fondamentale , mi permetto di aggiungere, è che la persona rimanga al centro, attraverso un reale processo verso integrazione e omnicanalità (ovvero di non sostituzione di un canale con un altro).

Obiettivo al quale tutti dicono di puntare ma che nella realtà rimane tortuoso da raggiungere, fragile e delicato.


Desideri approfondire?

Chiamami ai numeri
+39 348 9022917 (dall’Italia)
+41 79 4482695 (dalla Svizzera)

oppure compila il form seguente

* Campo obbligatorio